Libri Amazon

Attenzione Sconti !!

RSS

Editoriali Editoriali Medicina Medicina Prep.Atletica Prep.Atletica Racconti di Sport Racconti di Sport Regolamenti Regolamenti Ultime Notizie Ultime Notizie

Intervista tratta da "Tennis Oggi" con il consenso dell'autore e dell'intervistato

Alcune domande al Dott. Giovanni Di Giacomo, 36 anni, specialista in traumatologia dello sport e chirurgia artroscopica, responsabile medico dell'Atp per gli internazionali d'Italia

 

 

 

 

Quando e come è nata la sua collaborazione con l'Atp?

È nata nel 1994, dopo che avevo conseguito il Master di chirurgia per spalle, gomito e ginocchia all'Hospital for Special Surgery di New York, che è considerata la scuola più rinomata per le patologie dello sport. Era già dal 1988 che andavo negli States due/tre mesi l'anno per seguire corsi di aggiornamento.

In che cosa consiste precisamente il suo ruolo nell'ambito del tennis?

L'Atp ha scelto uno specialista in traumatologia dello sport in ogni paese che ospita un torneo del Grand Slam o un Masters Series, con l'obiettivo di assicurare uno standard unico riguardante la prevenzione, la diagnostica e il trattamento delle patologie. Per ottenere questo risultato ogni anno vengono tenute due riunioni di aggiornamento in Florida.

Come funziona l'organizzazione medica a Roma?

Agli Internazionali d'Italia io sono il responsabile medico, coadiuvato da un fisioterapista straniero dell'Atp più due fisioterapisti italiani. Dispongo di due attrezzatissimi studi all'interno dello stadio e per il necessario appoggio diagnostico utilizzo il Concordia Hospital.

Quanti campioni ha curato finora al Foro Italico?

Praticamente tutti. Per fare qualche nome importante, alle mie cure hanno fatto ricorso Sampras, Agassi, Muster, Rios e tanti altri, tra cui Alberto Costa che, come ricorderà, per un infortunio non ha potuto disputare la finale del 1998.

Dove svolge la sua quotidiana attività di chirurgo?

Al Concordia Hospital di Roma, che è convenzionato con la Regione Lazio.

Qual è la sua specializzazione, diciamo così, preferita?

Tra spalla, gomito, polso, ginocchio e collo piede preferisco lavorare sulla spalla, che mi consente di applicare la più recente tecnica artroscopica sull'articolazione, con sempre più soddisfacenti risultati.

Finora abbiamo parlato degli uomini. E per le donne?

A Roma sono il responsabile medico anche del torneo femminile, affiancato da una dottoressa con le mie stesse caratteristiche professionali.

Se ho ben capito, professionalmente si è formato negli Stati Uniti.

E' vero. Ammiro gli americani per il loro modo di insegnare e per il metodo sistematico, razionale, semplice ed efficiente con cui seguono gli atleti in giro per il mondo.

(...)

Mi parli del congresso di medicina dello sport applicata al tennis da lei organizzato nel 1999 a Roma (1)

E' andato molto bene grazie alla partecipazione di illustri specialisti italiani e stranieri

 

 

(1) Nei giorni 3/4 dicembre 1999 si è tenuto a Roma presso il Centro Congressi Alitalia il II Congresso Europeo di Medicina dello Sport applicata al Tennis egregiamente organizzato dal Dott. Giovanni Di Giacomo, apprezzato ortopedico della Capitale, da sei anni responsabile dell'Atp Tour per i Campionati Internazionali d'Italia che nel mese di maggio si disputano a Roma nella splendida cornice del Foro Italico. Erano presenti all'importante meeting i tournament doctors responsabili dei maggiori tornei del mondo, Grand Slam e Super Nine, che hanno discusso le problematiche che più frequentemente interessano i tennisti professionisti, i cui fisici vengono sottoposti a sollecitazioni sempre più impegantive.

Gli argomenti trattati hanno riguardato le patologie del ginocchio, del collo del piede, ma soprattutto della spalla e del gomito che sono le due articolazioni più a rischio di ogni tennista, sia professionista che amatoriale.

Molto interesse hanno suscitato gli interventi di specialisti di fama mondiale quali il Dott. Altchek

Il prossimo congresso si terrà a Jacksonville, in Florida (USA).


 

 

Cerca con Google

Login Form

Scarica la app di Ostiasport.it

Chi è online

Abbiamo 3 visitatori e nessun utente online